Buoni propositi 2018

Buoni propositi 2018 | Chi si accontenta NON gode, punta in alto!

Sogna in GRANDE! Pianifica nei minimi particolari, abituati a prendere piccole decisioni importanti per fare GRANDI cose!

Buoni propositi 2018, ricorda: chi si accontenta, NON gode.

Ogni inizio anno parte la giostra dei buoni propositi e, quasi sempre, si spera che sia meglio dell’anno precedente.

“Sperare” non può  essere considerata una strategia efficace, che fare?

1. Buoni propositi 2018 | Chi si accontenta NON gode. 

I Buoni propositi 2018 sono destinati a fallire anche nel 2019, 2020… se non vengono formulati correttamente.

Quando si sogna, si desidera o più semplicemente si programma, bisogna essere precisi. 

Sicuramente non basta averli in testa, pensarli, perché i nostri pensieri mutano di continuo, ad esigenza. Vi ricordate quando si giocava da ragazzini ai campetti? Dopo 3 ore di gioco, ormai esausti, c’era sempre chi urlava:”chi fa questo vince!” 

Ecco, con i buoni propositi non si possono cambiare le regole in corsa! Non posso arrivare a fine anno e dire:”Sarà per l’anno prossimo, mi accontento!” 

Il primo passo fondamentale per iniziare a fare qualcosa è…attenzione al segreto magico, iniziare a fare qualcosa! 

La maggior parte delle persone rimanda sempre il primo giorno, la partenza. Tu inizia, anche poco, indipendentemente da quale sia il tuo obiettivo per il 2018, una dieta, un esame, un traguardo sportivo, economico, inizia ADESSO! 

Mettiti in moto, scrivi, programma, studia, informati. 

 


2. Visione precisa

Ogni traguardo da raggiungere ha bisogno di un percorso, una traccia da seguire. Sarà utile nei giorni in cui le motivazioni vengono meno. 

Scrivi nei dettagli tutti i passi necessari per arrivare al traguardo, premiati ad ogni tappa intermedia e fatti aiutare da chi ti sta vicino.

Chiedere aiuto non è segno di debolezza, ma di intelligenza.

Quando hai steso l’intero programma, fermati, chiudi gli occhi e visualizzati già all’arrivo. Vivi le emozioni intensamente, fallo spesso, sarà la benzina interiore che ti porterà alla meta. 

Non dar credito a chi ti dice di accontentarti, chi si accontenta NON GODE! 

 

Se adesso non hai tempo di leggere.
Clicca sul pulsante “Salva su Facebook” come promemoria.

 
 

3. Carta e penna

Le prime fasi di programmazione sono lente, noiose, piene di insidie chiamate DUBBI. 

Inizia in questo istante, procurati carta e penna, come se fosse di VITALE importanza.  Magari ora non percepirai tutta questa importanza, fallo ugualmente. 

Disegna, scrivi, descrivi ogni particolare dell’obiettivo che vuoi raggiungere, magari rispettando questa lista:

  • cosa voglio fare
  • quando lo voglio fare
  • come lo voglio fare
  • chi mi può aiutare
  • cosa mi serve
  • come posso procurarmi ciò che mi serve
  • quali scuse ho per non farlo adesso? (scrivi su carta tutte le motivazioni-scuse per NON farlo) poi trova soluzioni
  • quali sono i primi passi da fare? Scrivi quali e quando li farai 

Se hai fatto la lista, sei già a metà percorso. Ogni giorno fai delle scelte che scrivono il tuo destino e pensa, anche quando passi giornate a non compiere nessuna scelta, a non prendere alcuna decisione, stai comunque scrivendo il tuo destino.

A te la scelta! 

Buon anno e mira in alto! 

 

Ricevi in anteprima tutte le informazioni per i seminari gratuiti! 

Lascia nome, cognome e mail.

Spunta la casella "Non sono un robot"

ACCONSENTO al trattamento dei miei dati personali

Per maggiori info consulta la Privacy Policy

 

se ti è piaciuto questo articolo Condividilo

nella Bacheca dei tuoi Social

clicca sui pulsanti di condivisione sottostanti